Geomitologia

Geomitologia

La Geomitologia è lo studio delle tradizioni orali creato da culture prescientifiche per spiegare, con metafore poetiche e immagini mitologiche fenomeni geologici come vulcani, terremoti, inondazioni, fossili e altre caratteristiche naturali del paesaggio.  A volte si tratta di spiegazioni popolari di particolari elementi geologici e spesso incomprensibili descrizioni di eventi geologici catastrofici che sono stati testimoniati nell’antichità. L’osservazione e l’interpretazione, attraverso l’immaginazione, di eventi geologici avvenuti prima della comparsa di Homo sapiens, ha condotto a spiegazioni e narrazioni mitologiche tramandate nel corso dei millenni. Per le catastrofi e gli eventi avvenuti nel corso della storia umana le narrazioni sono state tramandate per generazioni frequentemente con l’aggiunta di elementi di soprannaturalità. A causa del linguaggio mitologico, storici e scienziati hanno spesso ignorato il fondo di verità e i concetti di razionalità incorporati nella narrazione geomitologica. Alcuni geomiti sono semplicemente fantasiose storie basate su immaginazione o errate credenze popolari, come i racconti di esseri umani o creature magicamente trasformati in rocce per spiegare particolari forme. Ma molti geomiti contengono descrizioni sorprendentemente accurate di fenomeni geologici, quasi testimonianze oculari provenienti dal passato. Moderne ricerche scientifiche hanno così rivelato come molti racconti tradizionali  riguardanti la Terra erano basati su speculazioni razionali e osservazioni fondate su prove fisiche  straordinarie tanto che la geomitologia, come nuova frontiera delle Scienze della Terra, è diventata materia di supporto e confronto tra differenti discipline; tra le tante l’archeologia, la storia, la climatologia, l’antropologia, la geografia.

Un bell’esempio di geomitologia è dato dalle  Ciampate del Diavolo,  impronte umane fossili impresse su di uno strato di cenere in fase di raffreddamento di una colata piroclastica eruttata dall’antico vulcano di Roccamonfina  (Parco regionale di Roccamonfina-Foce Garigliano / www.parcodiroccamonfina.it/)  tra i 385mila e i 325mila anni fa.

Nella tradizione locale interpretate come impronte lasciate dal diavolo in persona, l’unico essere soprannaturale in grado di camminare sulla lava ardente, l’unico essere a lasciare le proprie orme sulla roccia. Da sempre, venivano indicate ai bambini per scoraggiarli dal camminare sul pericoloso sentiero su cui esse si trovavano.

https://it.wikipedia.org/wiki/Ciampate_del_Diavolo

 

 

ciampate_del_diavolo_3

Ciampate del diavolo – foto Edmondo Gnerre